Anna Enrichetta Amour, prima ingegnera in Italia a creare un network internazionale di supporto alla carriera per le ingegnere e le architette


Anna Enrichetta Amour è stata la prima ingegnera a gettare le basi per una rete di supporto internazionale per donne ingegnere e architette.

Dopo la laurea, nel 1934, frequenta il Corso libero di costruzioni in acciaio e si unisce alla SIP – Società Idroelettrica Piemonte, ottenendo un tirocinio ingegneristico.

Il suo percorso professionale si arricchisce con un’esperienza negli Stati Uniti, dove nel 1953 consegue un Master in Ingegneria Industriale presso la Columbia University, stabilendo rapporti con associazioni femminili come WES (Women Engineers and Scientists).

Al suo ritorno in Italia, la SIP le affida la direzione della rivista “Rassegna Tecnica dell’Energia Elettrica”.

Consapevole delle sfide incontrate dalle donne nel mondo del lavoro, Amour, insieme a Emma Strada, fonda l’AIDIA – Associazione Italiana Donne Ingegneri e Architetti ricoprendo il ruolo di segretaria nazionale e promuovendo le attività dell’associazione anche all’estero.

Anna Enrichetta Amour ha dedicato la sua vita a creare una rete di sostegno, mentoring e networking per professioniste, promuovendo scambi culturali anche a livello internazionale.

Questa rete, da lei fondata, ha notevolmente contribuito alla crescita e all’avanzamento delle carriere femminili, sia per la sua generazione che per le successive, rompendo barriere e sostenendo l’uguaglianza di genere.